Vendita allo scoperto: scopriamo insieme cos’è e come funziona

Cosè la vendita allo scoperto

Vendita allo scoperto (Short Selling): definizione, funzionamento e limitazioni…

Amici di MoneyH24, oggi cercheremo di fornirvi delle delucidazioni sulla vendita allo scoperto o in inglese Short Selling, su come funziona e quali sono le principali limitazioni. Vi forniremo inoltre un esempio per aiutare a capire meglio questa operazione finanziaria.

Leggi anche: Cosa sono le Stock Options?

Vendita allo scoperto (Short Selling): la definizione

La vendita allo scoperto (o short selling) è un’operazione che avviene nel mondo della finanza e che consiste nel vendere un qualunque strumento finanziario non ancora posseduto e che successivamente verrà riacquistato. In questo modo l’operazione sarà profittevole, il prezzo degli strumenti finanziari che si riacquisteranno sarà più basso del prezzo iniziale di vendita. Nel caso in cui si verificasse quanto appena detto, il rendimento dell’operazione sarà positivo, al contrario risulterà negativo se il prezzo dello strumento sarà aumentato.

Vendita allo scoperto (Short Selling): come funziona

Nello specifico, l’operazione di vendita allo scoperto (Short Selling) di strumenti finanziari avviene grazie al prestito temporaneo allo scoperto dato dalla banca, da un intermediario finanziario o un broker. Di solito, per il prestito suddetto, viene pagata una fee sotto forma di interesse annuale in relazione alla durata in giorni dell’operazione di vendita allo scoperto. Oltre al pagamento dell’interesse annuale concordato (che varia in base al singolo strumento finanziario trattato), l’intermediario (banca o broker) richiede al soggetto effettuante l’operazione un margine di garanzia per l’operazione (ad esempio il 20% o il 50% del controvalore scambiato).

Quindi, per le operazioni di short selling, vi è un’invertita logica delle normali vendite “long”, che prevede prima l’acquisto e poi la vendita dello strumento e che può quindi essere utilizzata nelle fasi di discesa dei mercati.

Miglior broker trading online in Cfd per posizioni short (sell)


TRADING TOOLS +
Conto pratica gratuito

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI

Vendita alla scoperto (Short Selling): quali sono le limitazioni?

Cosè la vendita allo scopertoNei casi di vendite allo scoperto il profitto potenziale è limitato rispetto ad una normale operazione di acquisto (Long) con successiva vendita. Non esiste un limite superiore all’apprezzamento del valore di uno strumento finanziario, mentre vi è un limite inferiore pari a zero. Parallelamente, alla luce di ciò, per l’operatore che pone in essere un’operazione di vendita allo scoperto, le perdite potenziali non sono  limitate e quindi infinite. In funzione di questo motivo, come abbiamo scritto in precedenza, l’intermediario richiede a copertura del successivo acquisto, dei fondi oltre a un ulteriore somma denominata “margine di garanzia” per tutelarsi dalla possibilità che il venditore si trovi a ricoprirsi riacquistando i suddetti strumenti finanziari con prezzi considerevolmente maggiori a quelli di vendita.

L’intermediario (o broker) provvede a svincolare il margine contestualmente alla chiusura della posizione, ovvero quando gli strumenti finanziari vengono riacquistati. Tale operazione viene tecnicamente definita ricopertura dello scoperto.

Può capitare inoltre che l’intermediario preveda l’estinzione anticipata della vendita allo scoperto in caso di operazioni societarie (aumenti di capitale, raggruppamenti, scissioni, fusioni, frazionamenti, dividendi esenti da ritenuta, ecc.).

 

Questo comportamento ha una giustificazione negli articoli 1813 e seguenti del nostro Codice Civile secondo i quali con l’operazione di prestito, gli strumenti finanziari oggetto del contratto ed i diritti accessori (tra i quali il diritto di intervento all’assemblea, di voto, diritto di recesso, diritto alla quota di liquidazione) cambiano di proprietà da colui che li riceve in prestito. Mentre a colui che ha effettuato il prestito, peraltro rimane il diritto all’assegnazione di azioni nel caso sia deliberato dall’assemblea un aumento gratuito del capitale e di opzione in caso di aumento a pagamento. Se poi durante il prestito la società emittente distribuisce dividendi o altri utili soggetti a ritenuta, l’intermediario potrebbe addebitare al beneficiario del prestito una commissione straordinaria pari allo stesso importo del dividendo o dell’utile distribuito.

Trading online: i migliori broker in Cfd, recensiti e consigliati da MoneyH24

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuta se comprendi a pieno il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
 BrokerVotoLeggiVai
Plus500Plus5009>>>>
XMXM8.7>>>>
Markets.comMarkets.com8.6>>>>
iTrader.comiTrader.com7.4>>>>
BDSwissBDSwiss7.3>>>>
LibertexLibertex7.3>>>>
FxOroFxOro6.5>>>>
AinvestmentsAinvestments6.5>>>>
Trade.comTrade.com6.5>>>>
IQ OptionIQ Option6.5>>>>

Vendita allo scoperto (Short Selling): un esempio

Supponiamo che un investitore pensi che il titolo Apple (AAPL) vada incontro ad un movimento di discesa dei prezzi, egli può decidere di vendere questo titolo anche se non lo possiede. Ad esempio decide di vendere 100 azioni X al prezzo corrente, poniamo 200 euro.
Verificata la disponibilità da parte del broker a prestare il quantitativo del titolo X oggetto di vendita, l’investitore vende ed incassa il controvalore, pari a 20.000 euro. Il broker congela quanto l’investitore ha incassato dalla vendita più un ulteriore importo detto margine di garanzia (supponiamo il 20%, quindi 4.000 euro).
Qualora l’operazione non venga chiusa in giornata, il broker richiederà all’investitore il pagamento di un interesse sul controvalore dell’operazione, supponiamo pari al 20% su base annua.
L’importo degli interessi dipenderà dalla durata dell’operazione. Ipotizzando che questa sia di 5 giorni, gli interessi da pagare saranno pari a (20.000 euro x 20 x 5) / 36500, cioè a 54,79 euro. Supponiamo che, dopo 5 giorni, alla data di chiusura dell’operazione, le previsioni si siano rivelate esatte e il prezzo del titolo sia sceso a 9 euro. L’investitore potrà riacquistare 100 azioni X al prezzo di 9 euro spendendo 18.000 e restituirle al broker che le aveva prestate. Il profitto totale realizzato sarà pari a 1945,21 euro (cioè 10.000 – 9.000 – 54,79).

Se vuoi provare ad utilizzare questa tecnica di trading ti consigliamo di farlo attraverso un Broker affidabile!

Trada in CFD con i migliori broker di trading online


TRADING TOOLS +
Conto pratica gratuito

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI

I CFD sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdere capitale rapidamente a causa della leva finanziaria. Dovresti valutare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere il tuo capitale.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuta se comprendi a pieno il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
 BrokerVotoLeggiVai
Plus500Plus5009>>>>
XMXM8.7>>>>
Markets.comMarkets.com8.6>>>>
iTrader.comiTrader.com7.4>>>>
BDSwissBDSwiss7.3>>>>
LibertexLibertex7.3>>>>
FxOroFxOro6.5>>>>
AinvestmentsAinvestments6.5>>>>
Trade.comTrade.com6.5>>>>
IQ OptionIQ Option6.5>>>>

Forex e CFD sono prodotti con leva e potresti perdere tutto il tuo capitale investito. Il trading di prodotti con leva finanziaria comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello di esperienza, le risorse finanziarie, la propensione al rischio e, se necessario, richiedere una consulenza indipendente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*