Con l’apertura delle concessioni bancarie anche a società diverse da quelle canoniche e storiche del mercato, i fruitori di carte prepagate e conti online sono letteralmente inondati da nuove offerte e proposte per rivoluzionarie innovazioni. E’ diventato quindi sempre più difficile scegliere la soluzione che meglio si adatti alle nostre caratteristiche ed è necessaria molta dedizione per districarsi in questo nuovo e tortuoso mondo. La nostra recensione di oggi vuole puntare la lente di ingrandimento su un prodotto che sta riscuotendo notevole successo soprattutto tra i più giovani: Hype. Un prodotto che, come vedremo, non ha alle spalle un attore giovane nel panorama dei fornitori di servizi finanziari, ma una realtà nota e consolidata da tempo sul mercato italiano, Banca Sella.

La recensione su Hype di Banca Sella

Prima di iniziare ad elencare le caratteristiche principali di Hype, proviamo a fare una rapidissima cronistoria della sua nascita, sviluppo ed espansione. Hype nasce su idea di Banca Sella, istituto bancario da sempre all’avanguardia per quel che riguarda l’e-commerce e l’internet banking. Basti pensare che prima di sviluppare Hype, Banca Sella già a fine anni ’90 aveva lanciato sul mercato sistemi di pagamento dedicati prettamente agli acquisti on line ed alla gestione del proprio conto corrente comodamente dal proprio personal computer. Nel 2013 nasce Hype, sviluppata e messa a punto grazie al progetto SELLALAB, che ha creato un sistema di gestione “leggera” del proprio conto corrente, senza l’ausilio di sportelli bancari fisici e con la possibilità da parte dell’utente di svolgere comodamente tutte le funzioni di un normale conto corrente bancario, senza però incorrere nelle spese comuni a molte banche.

Leggi anche: Monzo, la banca del futuro

Hype di Banca Sella
Hype di Banca Sella

 

Come attivare Hype

Chiedere una carta Hype è semplicissimo: basta creare un proprio profilo tramite sito web o tramite la app dedicata (disponibile sia per Android che per IoS), inserendo i propri dati personali ed in meno di 5 minuti saremo intestatari di un conto Hype. Nella procedura di registrazione si può richiedere anche il supporto magnetico della carta Hype, che verrà spedita a casa gratuitamente in pochissimi giorni.

Hype: velocità ed efficienza

Dopo aver visto rapidamente come richiedere Hype e la sua carta, andiamo a scavare nelle caratteristiche peculiari di questa nuova frontiera della finanza domestica.

  • Innanzitutto occorre precisare che il conto Hype è dotato di un codice IBAN vero e proprio; sarà così possibile ricevere ed inviare bonifici come un qualsiasi conto corrente bancario comune ma con commissioni decisamente inferiori rispetto a quelle applicate dagli istituti di credito tradizionali.
  • La carta prepagata di Hype e il conto ad essa correlato si possono intestare anche ad un soggetto minorenne, il che li rende uno strumento ideale ed economico per chi volesse fare un regalo ad un proprio figlio o nipote per introdurlo nel mondo della gestione del risparmio tramite app e senza correre rischi, visto che il conto Hype è totalmente ricaricabile.
  • La carta Hype fa parte del circuito Mastercard ed è contactless (perfetta per i pagamenti presso esercizi commerciali e pubblici).

Hype Start e Hype Plus

La carta Hype

Esistono due tipi di conto Hype: Hype Start ed Hype Plus. Hype Plus ha un costo di 1€ al mese, a differenza di Hype Start, che invece non prevede alcun tipo di canone mensile, risultando così una tra le carte prepagate più economiche in assoluto.

Andiamo adesso in termini pratici ad elencare le differenze che esistono tra i due tipi di conto Hype:

  • entrambe non hanno costi di emissione, tenuta conto e rilascio di carta prepagata;
  • la carta Hype Start ha un limite di spesa giornaliera pari a 2500€ mentre Hype Plus di 5000€;
  • il limite per i prelievi ATM presso qualsiasi sportello bancario per entrambi non hanno alcun tipo di commissione; il limite giornaliero di prelievo presso ATM è di 250€ per il conto Hype Start mentre è di 1000€ per Hype Plus; il plafond di Hype Start si ferma a 2500€ mentre con Hype Plus si possono raggiungere i 20.000€.

Banca Sella e carta HypeE’ possibile poi trasferire fondi tra clienti Hype, anche con diversa valuta, in maniera praticamente istantanea, con tassi di cambio favorevoli, il che la rende una soluzione ideale anche per chi lavora all’estero ed intende inviare denaro alla propria famiglia o per coloro che, per vari motivi, sono soggetti a cambiare spesso paese. Questo tipo di soluzione diventa ottimale anche per chi ha avuto problemi di insolvenza oppure non è in grado di produrre garanzie necessarie per l’apertura di un conto corrente tradizionale.

La App di Hype risulta molto intuitiva ed aggiorna con notifiche push (molto rumorose) il cliente di eventuali operazioni effettuate, come ad esempio addebiti ed accrediti. La carta ha un bel design e risulta molto accattivante anche dal punto di vista estetico.

Assistenza clienti Hype Banca Sella: il punto debole?

Abbiamo qualche dubbio sull’efficacia del servizio clienti, raggiungibile via email, web chat o telefono: il call center, per esempio, ha un prefisso 02 ma in realtà risponde con una batteria di operatori dalla Romania. La preparazione di questo helpdesk sembra approssimativa, così come le risposte generiche e sempre orientate sul “no”. Riuscire a comunicare con il livello successivo e “italiano” di assistenza clienti è molto impegnativo e quando ci si riesce, il livello di servizio purtroppo non è migliore di quello fornito dall’estero.

Hype ha comunque molte caratteristiche che potrebbero renderla una soluzione adatta alle esigenze di chi è alla ricerca di un prodotto innovativo, sicuro e con costi contenuti.

I migliori conti correnti online, recensiti e consigliati da Mr Banca

 ContoVotoLeggiVai
Credit AgricoleCr. Agricole8RecensioneRichiedi
Banca SellaBanca Sella7.5RecensioneRichiedi
CheBanca!CheBanca!7.5RecensioneRichiedi
FinecoFineco7.5RecensioneRichiedi
IWBankIWBank6.5RecensioneRichiedi
YouBankingYouBanking6.5RecensioneRichiedi
CarigeCarige6.5RecensioneRichiedi
UnicreditUnicredit6RecensioneRichiedi
Ing DirectIng Direct6RecensioneRichiedi