Prestiti per matrimonio

Al giorno d’oggi il matrimonio rappresenta uno dei passi più importanti per l’inizio della costruzione di una famiglia. Oltre ad essere un atto giuridico che sancisce l’unione tra due persone, con diritti e obblighi tra gli sposi e nei confronti dell’eventuale prole, il matrimonio rappresenta un giorno di festa, il giorno speciale della coppia.

Realizzare la festa perfetta per onorare nel modo giusto l’evento è cosa tutt’altro che banale soprattutto per via dell’impatto dal punto di vista economico.
Nella realizzazione del matrimonio bisogna tener conto di molte spese: abito da sposa e sposo, location per il ricevimento, fedi nuziali, partecipazioni, servizio fotografico, bomboniere e molto altro…
Si stima mediamente che per un matrimonio con 100 invitati l’esborso economico sia tra i 30 e 60mila euro.

Non tutti sempre dispongono di tali cifre ed è per questo che gli istituti finanziari mettono a disposizione dei futuri sposi dei finanziamenti ad hoc denominati proprio prestiti per matrimonio.

Ma quali sono esattamente le caratteristiche del prestito per matrimonio?

Come detto, il prestito per matrimonio è una tipologia di finanziamento concessa per far fronte alle spese di realizzazione del matrimonio stesso. Generalmente tale tipologia di finanziamento può essere concessa sotto forma sia di prestito finalizzato che di prestito personale.

Prestito finalizzato

Il prestito finalizzato è una delle due tipologie di finanziamento che viene concesso per sostenere le spese matrimoniali.

prestiti per matrimonioGeneralmente questa particolare opzione è vincolante alla tipologia di prodotto che si desidera acquistare.
Il prestito viene, infatti, concesso direttamente dal rivenditore che ha stipulato un accordo di collaborazione con una banca o con un istituto di credito.
Risulta quindi utile alle coppie che hanno necessità di liquidità per un ben definito segmento nell’organizzazione dell’evento. Ad esempio, necessità di liquidità per bomboniere, per il viaggio di nozze, per gli addobbi floreali etc…
Il rimborso di tale prestito viene effettuato direttamente dai beneficiari al venditore secondo quanto previsto dal piano di ammortamento concordato alla stipula del contratto.

Prestito personale per matrimonio

Il prestito finalizzato, come abbiamo visto, essendo “accordato” dal venditore è un tipo finanziamento piuttosto vincolante rispetto alla tipologia di bene da acquistare.
Per facilitare la copertura di spese impreviste, il prestito finalizzato viene quindi molto spesso sostituito da un prestito personale che consente maggiore libertà di spesa delle somma di denaro finanziata.
Il maggior vantaggio è rappresentato dal fatto che è possibile accorpare tutte le spese necessarie all’organizzazione in un unico debito, anche in forma di cessione del quinto.
Attenzione però, la libertà come tutti sanno ha un prezzo, i tassi previsti da tale tipologia di prestito sono chiaramente più alti.

Quali garanzie sono richieste?

La richiesta di garanzie in fase di accensione del debito possono variare a seconda dell’istituto di credito. Generalmente quando si fa riferimento al prestito per matrimonio non vengono richieste garanzie reali quali diritti di pegno o ipoteca su beni di proprietà del richiedente, come avviene invece quando si vuole accendere un mutuo.
Il contratto potrebbe comunque prevedere la cambializzazione delle rate  (anche in un’unica cambiale) a garanzia dell’importo erogato.
Questo tipo di contratto permette al creditore, in caso di insolvenza delle cambiali,  la facoltà di protestare il debitore e di recuperare immediatamente il debito attraverso il pignoramento di beni e redditi da lavoro.