Noi siamo il “brand” che scegliamo

Il 14 giugno scorso, Ipsos, una delle principali società di ricerca al mondo nata nel 1975, ha pubblicato la nuova classifica 2018 dei “The Most Influential Brands”. Questa ricerca si fonda sull’opinione di un panel di 4.552 adulti residenti in Italia che hanno scelto i 100 brand (o marche commerciali) che, in modi e per motivi differenti, sono in grado di “influenzare” le nostre vite.

brands

I risultati sono basati su un campione ponderato per garantire la rappresentatività della popolazione italiana. Per ottenere il punteggio finale, ad ogni partecipante all’indagine è stato chiesto di valutare in modo casuale dieci di queste marche, rispondendo “sì” o “no” ad una serie di dichiarazioni.

Identità significa influenza

In questa ricerca si è voluto evidenziare in modo chiaro la relazione tra influenza e identità: “… in che modo un brand può rafforzare la propria influenza permettendo ai propri clienti, utenti e consumatori di rappresentare ed esprimere la propria identità.” Il tema dell’identità sta diventando sempre più un concetto determinante per orientare le scelte di consumo perché il consumatore trova nei brand scelti un elemento d’identificazione. Il brand diventa un compagno di viaggio nella vita di tutti i giorni.

Questa tesi viene avvalorata anche da un precedente studio internazionale, realizzato della stessa società di ricerca, dove tra gli intervistati emerge chiaramente che:

  • il 66% dichiara di comprare brand che riflettono i propri valori;
  • il 63% da importanza ai brand sui quali ripone fiducia soprattutto in un contesto dove le opzioni di scelta sono molteplici;

Cos’è un brand?

È un nome evocativo. Un simbolo. Un concetto. Un’esperienza. Un modo di vivere.
La gran parte della nostra vita è “brandizzata” in ogni suo singolo aspetto. Dal cellulare utilizzato, dai vestiti indossati, dall’automobile guidata, dal tipo di pasta mangiata, dal servizio di streaming musicale ascoltato, dal modo scelto per pagare e cosi da ogni singolo prodotto o servizio che ci accompagna nelle nostre azioni quotidiane.

Alcuni brand superano l’asticella media dei propri competitor creando una esperienza e suscitando reazioni emotive uniche. Questi brand realizzano un legame unico con il consumatore e creano influenza.

marca

Cosa è l’influenza?

Un brand è influente se ha un effetto positivo e semplificano le azioni quotidiane per cui viene scelto. Un brand influente migliora la percezione della qualità della vita del consumatore che a sua volta risponde identificandosi in esso.

Le marche più influenti sanno cosa è importante per i consumatori a cui si rivolgono e stabiliscono una connessione forte con essi.

L’influenza è caratterizzata da 5 fattori chiave:

Corporate Citizenship (impegno e ruolo sociale)

I brand influenti devono:

  • fornire qualcosa di più di un semplice prodotto o un servizio
  • giocare la loro parte nella società, nella cura per le persone e il pianeta
  • esprimere e ispirare un insieme di norme e valori nei quali il consumatore vuole rispecchiarsi

Engagement (coinvolgimento)

Un brand costruisce una relazione con le persone. Più sarà saldo questo legame e più forte sarà l’influenza che la marca avrà nelle
loro vite. Le marche più influenti sono le più amate e le più discusse e la gente vuole sapere di più su di loro.

Leading Edge (innovazione, capacità di far tendenza)

I brand più influenti segnano per primi la strada da seguire e la gente le ama per questo.

Presence (presenza)

I brand più influenti sono quelli più visti, ascoltati e conosciuti.

Trustworthy (fiducia, affidabilità)

I brand più influenti hanno come caposaldo il rapporto di fiducia con i propri consumatori. Se esiste tale rapporto allora la gente li sceglie, li utilizza, si fida di loro e ne parla bene agli altri (li consiglia!).

I risultati della ricerca

Di seguito la tabella che elenca i primi 100 brand influenti in Italia

classifica top 100 brand influenti

Al primo posto della classifica 2018 compare Amazon: il negozio online divenuto parte integrante delle abitudini di acquisto per molti italiani che, per la prima volta, toglie il primato a Google. Nelle prime dieci posizioni abbiamo due new entry: PayPal al quarto posto (senza esser mai stata presente nel ranking dei top 100 negli anni precedenti!) e IKEA al decimo (unico brand non tecnologico tra i primi dieci). Per il primo anno in assoluto nessun brand del settore food compare tra i primi dieci pur restando nelle posti alti della classifica (Nutella, Parmigiano Reggiano, Ferrero, Barilla, Grana Padano). Questo grazie al grande valore che in Italia si attribuisce ancora al settore alimentare e al legame identitario (e nazionale) costruito negli anni.

Nel mondo dell’Entertainment una menzione va fatta a Netflix che nel giro di un solo anno balza incredibilmente dalla 80° posizione alla 26°. In modo identico anche Spotify in un solo anno guadagna circa 30 posizioni.

Nel settore moda spicca Zalando che, per la prima volta in classifica, entra direttamente al 29° posto. Ancora una volta il consumatore premia un servizio rapido, personalizzabile, con un ampia libertà di scelta.


TRADING TOOLS +
Conto pratica gratuito

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI

Investire nei principali brand con Markets.com

Scopri come è semplice, veloce e sicuro investire nei principali brand che quotidianamente influenzano la vita di milioni di Italiani con Markets.com, il broker consigliato da MrBanca.

  • Semplice in quanto potrai operare con una piattaforma dalla esperienza utente incredibile e adatta a tutti i profili di investitori online indipendentemente dall’esperienza nel trading online;
  • Veloce perché basteranno pochi click per poter aprire il tuo conto con Markets.com ed essere pronto per i tuoi investimenti;
  • Sicuro perchè Markets.com è un broker che segue la regolamentazione cipriota CySec (Cyprus Securities and Exchange Commission) e vanta la licenza da parte del FSB (Financial Service Board)

Markets.com si contraddistingue per:

  • Zero Commissioni di Trading e nessun canone mensile;
  • Trading aperto anche il sabato e la domenica (in parte);
  • duemila asset negoziabili tra cui le principali criptovalute;
  • Conto demo gratuito di 10 mila euro (o dollari);
  • Supporto clienti interno alla piattaforma (livechat);
  • Piattaforma personalizzabile secondo le proprie esigenze di trading;
  • App per investire anche in mobilità su smartphone;
  • Spread ridotti e trading con leva personalizzabile;
  • Strumenti di trading avanzati;
  • Leva finanziaria disponibile fino a 300:1;

Come sempre noi di MrBanca ci teniamo a ricordare ai nostri lettori che la leva finanziaria è una arma a doppio taglio: ti consente di incrementare i tuoi guadagni ma, parallelamente, rischia di far lievitare anche le perdite.


TRADING TOOLS +
Conto pratica gratuito

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*