L’esuberanza di inizio maggio delle criptovalute

L'esuberanza di inizio maggio delle criptovalute

Goldman Sachs apre al Bitcoin

In un articolo del New York Times della scorsa settimana è stato confermato che Goldman Sachs, una delle più grandi banche di investimento al mondo, sta facendo il suo grande passo nell’incredibile mondo del trading delle criptovalute. La banca statunitense, spinta dalle continue e crescenti richieste dei propri clienti interni, ha deciso di utilizzare i propri fondi su diversi contratti di investimento legati al prezzo del Bitcoin.

Goldman Sachs
Goldman Sachs headquarters office in Sao Paulo, Brazil

La voce che Goldman Sachs stesse per creare un trading desk dedicato alle criptovalute circolava negli ambienti finanziari già da dicembre scorso ma, puntualmente, veniva smentita dai propri dirigenti e portavoce. Oggi la banca ha confermato che inizierà a offrire ai propri clienti un tipo di contratto a termine non cedibile chiamato forward che sarà collegato inizialmente al Bitcoin (BTC), un asset che lo scorso novembre il CEO (alias di Chief Executive Officer che corrisponde al nostro Amministratore Delegato) Lloyd Blankfein, ha marchiato come un “veicolo per perpetrare le frodi”.

Oggi, seppur all’interno della banca continuano ad esistere una frangia di scettici nei confronti delle criptovalute, la decisione definitiva è stata presa e anche nei salotti interni di una delle banche più importanti al mondo si parlerà di investimenti in Bitcoin (BTC).

Questo è un segnale molto positivo che trainerà per molto tempo la crescita del valore delle criptovalute e che si somma anche alla recente notizia per cui un gruppo di analisti di BlackRock, una società americana di gestione degli investimenti globali, ha lasciato l’azienda per fondare un fondo di venture capital focalizzato sulla Blockchain.

Coinbase diventa Broker

Coinbase, l’exchange specializzato in criptovalute più conosciuto al mondo con sede a San Francisco, sta vivendo da mesi un periodo di forte crescita. Questo consolidamento è parallelo alla sempre maggior diffusione e alla maggior consapevolezza da parte degli investitori delle monete digitali e sta spingendo Coinbase alla contrattazione per diventare ufficialmente un broker facendo entrare il Bitcoin (BTC) e i suoi fratelli direttamente dalla porta principale di Wall Street. La Sec, La Securities and Exchange Commission (Commissione per i Titoli e gli Scambi), ovvero, l’ente federale statunitense preposto alla vigilanza della borsa valori in analogia all’italiana Consob, sarebbe a questo punto costretta ad esaminare approfonditamente e per la prima volta il mercato delle criptovalute per metterlo in regola con la rigida regolamentazione dei mercati finanziari.

Coinbase

Diventando broker Coinbase otterrebbe anche la possibilità di offrire prodotti come securities, titoli rappresentativi di aziende, collocati al pubblico nell’ultimo anno con il nuovo strumento delle Ico, l’offerta di nuove valute virtuali, che è arrivato a raccogliere 4 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2018. Molte di queste operazioni sono state frenate dalla Sec perché considerate simili alle azioni e, di conseguenza, assoggettate alle regole attuali.

Coinbase sta predisponendo una Ipo in tempi molto ravvicinati proprio per ottenere la licenza da broker e cambiare radicalmente il mercato delle criptovalute.

Last but not least, Coinbase potrebbe essere solo la prima delle piattaforme di exchange a compiere questo grande passo … cari investitori in cripto, siete pronti alla rivoluzione?

Ripartono gli investimenti in criptovalute

Queste notizie hanno spinto in maniera veemente il denaro degli investitori verso l’acquisto diretto di criptovalute o verso questi nuovi fondi che mostrano di giorno in giorno un interesse crescente. Dopo la lunga discesa del valore delle monete digitali iniziata a dicembre 2017 oggi l’interesse degli investitori si è risvegliato creando un’opportunità unica di ingresso favorevole.

Nelle ultime settimane oltre all’aumento del valore delle singole criptovalute e anche diminuita la volatilità, il che non ha fatto altro che far crescere l’appetito degli investitori di tutto il mondo che stanno rientrando velocemente. Ci sono correnti di pensiero iper-ottimistiche che vedono la possibilità di nuovi valori record per le valute digitali come il caso di Alexis Ohanian, un co-fondatore di Reddit, il quale sostiene che Ethereum è sulla strada dei 15.000 dollari entro quest’anno.

E’ veramente tornato a splendere il sole sulle criptovalute? Vediamolo insieme.

Il Bitcoin (BTC)

Il Bitcoin (BTC) sembra aver finito il suo schema a “triangolo simmetrico” per cui tanto cresceva e tanto perdeva in intervalli temporali paragonabili ed è entrato nel canale di crescita costante dal 3 maggio dando un forte segnale rialzista. Attualmente il Bitcoin (BTC) non ha mai ceduto terreno e continua la sua crescita. Se la valuta digitale sale dalla linea di supporto del canale ascendente, aumenta la possibilità di una rottura al di sopra della zona di resistenza immediata da 9.800 dollari a 10.000 dollari. Dopo il breakout, il primo obiettivo è 11.000 dollari e il prossimo obiettivo è 12.000 dollari. Anticipiamo già da oggi una forte resistenza a 12.170 dollari.

Bitcoin_maggio

Sul versante negativo, se la coppia BTC / USD si rompe al di sotto della linea di supporto del canale in ascesa, può scendere a 9.178 dollari e poi all’EMA (la Media Mobile Esponenziale = Exponential Moving Average) a 20 giorni e vicino al livello di 9.000 dollari. La mossa in su sarà in pericolo solo per una rottura al di sotto del livello dei 9.000 dollari. Pertanto, suggeriamo di aumentare le fermate sulle posizioni lunghe da $ 8.600 a $ 8.900.

Le previsioni per le altre principali criptovalute

Ethereum (ETH) ha sfondato il muro dei 745 dollari il 3 maggio e al momento di stesura dell’articolo (7 maggio alle 23:00) vale 787 dollaro seguendo dal 10 marzo in poi una andamento a forma di “V”. Questo significa che siamo in piena configurazione rialzista con un obiettivo dichiarato di 1.130 dollari, con resistenze minori a 900 e 1.000 dollari.

Bitcoin Cash (BCH) sta bruciando record su record superando la barriera dei 1.600 dollari fino agli attuali 1.726 dollari. Si prevede una crescita che dovrebbe permettere di avvicinarsi a quota 2.000 dollari anche in vista del prossimo fork pianificato per giovedi 10 maggio.

Leggi anche: Decolla il Bitcoin Cash (BCH);

Ripple (XRP) continua ad oscillare nell’intervallo compreso tra 0,76 e 0,93777 dollari (attualmente è a 0,8628 dollari). Un breakout di questo range indicherà un rialzo importante che viene stimato sarà verso la soglia degli 1.3 dollari.

In questo periodo cosi frizzante per le criptovalute in generale vi consigliamo anche di monitorare attentamente: Cardano (ADA), Stellar (XLM), Iota (IOTA) e soprattutto la più energica in questo momento: Eos (EOS).

Investi in Bitcoin e nelle altre criptovalute con Libertex 

Non perdete tempo e sfruttate al meglio questo periodo di crescita del comparto delle criptovalute. Uno dei broker consigliati da MrBanca permette di investire in modo semplice e sicuro in Bitcoin e le alte criptovalute: Libertex.

Leggi anche: Come investire sul Bitcoin con Libertex

20 ANNI DI ESPERIENZA
2,2 MILIONI DI CLIENTI

Voto: 7.3/10
INFORMATIRICHIEDI

 

Gli altri broker consigliati da MrBanca per i vostri investimenti in criptovalute:

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuta se comprendi a pieno il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
 BrokerVotoLeggiVai
Plus500Plus5009>>>>
XMXM8.7>>>>
Markets.comMarkets.com8.6>>>>
iTrader.comiTrader.com7.4>>>>
BDSwissBDSwiss7.3>>>>
LibertexLibertex7.3>>>>
FxOroFxOro6.5>>>>
AinvestmentsAinvestments6.5>>>>
Trade.comTrade.com6.5>>>>
IQ OptionIQ Option6.5>>>>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*