La visione ostile di Donald Trump nei confronti delle criptovalute

Trump e le criptovalute

La visione ostile di Trump verso il Bitcoin e in generale verso il mondo delle criptovalute, potrebbe raffreddare l’industria?

In una serie di tweet, il presidente degli Stati Uniti D’America Donald Trump ha dichiarato di non essere un fan delle valute digitali “basate sul nulla”.

Gli esperti del settore ritengono che questo potrebbe segnare il respingimento del governo americano nei confronti delle valute digitali e l’introduzione di una regolamentazione più rigida

Il presidente Donald Trump ha soppesato il dibattito sulla criptovaluta, affermando attraverso una serie di tweets che non è un fan del Bitcoin e, in generale, del denaro digitale basato sulla blockchain perché altamente volatile e “basato sul nulla”.

“Le attività crittografiche non regolamentate possono facilitare comportamenti illeciti, tra cui il traffico di droga e altre attività illegali”, ha scritto su Twitter Trump.

CriptovaluteI tweet del presidente sono in contrapposizione rispetto ai commenti fatti solo il giorno prima dal presidente della Federal Reserve Jerome Powell.
Powell ha riconosciuto che il Bitcoin è lontano dall’adozione di massa ma che di contro è “una riserva speculativa di valore, così come l’oro”.
Le dichiarazioni di Powell sono giunte durante la conferenza alla Commissione bancaria del Senato avvenuta giovedì scorso e relativa al progetto Libra di Facebook, recentemente annunciato.

Leggi anche: Libra, la cripto di Facebook

Tra i numerosi tweet, Trump ha puntato direttamente su Facebook, che dopo mesi di speculazioni ha svelato i piani previsti per lanciare la propria criptovaluta aggiungendo dettagli sul crypo wallet in cui è possibile memorizzare la nuova valuta digitale.

I commenti del Presidente potrebbero anche scatenare il dibattito tra i candidati presidenziali democratici sull’approccio normativo del Paese verso le criptovalute e la tecnologia di fondo – la blockchain, il libro mastro elettronico distribuito.

A livello mondiale, secondo Gartner, il valore aziendale derivato dalla Blockchain dovrebbe aumentare da $9 miliardi quest’anno a $50 miliardi nel 2022. La maggiore crescita da ora in poi è prevista per il 2020, quando Facebook prevede di lanciare la sua moneta Libra e il crypto-wallet Calibra; solo in quell’anno si vedrà un aumento del 128% del valore del business.

Trump ha twittato ancora: “la valuta virtuale di Facebook Libra avrà bassa reputazione e scarsa affidabilità”.

Donald Trmup e le criptovaluteE ancora: “Se Facebook e altre aziende vogliono diventare una banca, devono cercare una nuova moneta e assoggettarsi a tutti i regolamenti bancari, proprio come le altre banche”. Questi commenti arrivarono un giorno dopo che criticò pesantemente proprio Facebook e Twitter.

Come altre criptovalute supportate dalla moneta legale, i soldi digitali di Facebook potranno essere acquistati attraverso una tipica rete finanziaria e poi archiviati nell’applicativo digitale di Calibra. Potranno essere utilizzati per effettuare acquisti sulla piattaforma social più famosa del mondo. Un utente potrebbe anche fare la stessa cosa attraverso le piattaforme di comunicazione più popolari di Facebook: WhatsApp e Messenger.

Facebook ha il potenziale di integrare, nella nuova criptovaluta, i suoi 2,4 miliardi di utenti. Questa è probabilmente la mossa più significativa per il settore fino ad oggi. Secondo alcuni esperti i commenti di Trump non aumenteranno il controllo attorno al progetto criptato di Facebook, il gigante dei social media è già sotto i riflettori, come ricordiamo bene, per i suoi passati problemi di privacy.

Leggi anche: Facebook potrà riconquistare la fiducia del mondo?

Probabilmente il presidente ha sbagliato a demonizzare la tecnologia Blockchain, nella mente di molti esperti è una delle più grandi innovazioni tecnologiche di una generazione.

Vedremo se i tweet di Donald Trump porteranno ad un sostanziale cambiamento di politica, oppure risulteranno essere solo la pura espressione di un suo pensiero.

Trada criptovalute in CFD con i migliori broker di trading online


TRADING TOOLS +
Conto pratica gratuito

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI

I CFD sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdere capitale rapidamente a causa della leva finanziaria. Dovresti valutare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere il tuo capitale.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuta se comprendi a pieno il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
 BrokerVotoLeggiVai
Plus500Plus5009>>>>
XMXM8.7>>>>
Markets.comMarkets.com8.6>>>>
iTrader.comiTrader.com7.4>>>>
BDSwissBDSwiss7.3>>>>
LibertexLibertex7.3>>>>
FxOroFxOro6.5>>>>
AinvestmentsAinvestments6.5>>>>
Trade.comTrade.com6.5>>>>
IQ OptionIQ Option6.5>>>>

Forex e CFD sono prodotti con leva e potresti perdere tutto il tuo capitale investito. Il trading di prodotti con leva finanziaria comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello di esperienza, le risorse finanziarie, la propensione al rischio e, se necessario, richiedere una consulenza indipendente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*