Investitori e traders… i gemelli diversi

La differenza tra investitore e trader

Investitore vs Trader

L’Investitore, il Trader…

Anche se questi due termini vengono usati in modo intercambiabile, bisogna essere consapevoli che le differenze tra di essi sono molte. Sempre più spesso, infatti, il temine investimento con quello di trading vengono accomunati dimenticandosi di rispettare il reale significato di ognuno dei due. Noi del team di Mr Banca siamo qui anche per questo, per ricordare e/o chiarire concetti apparentemente banali, ma che è necessario non dimenticare nel momento in cui ognuno di noi decide di definirsi come un trader.

Trade.comLe due strade che possono essere vicendevolmente percorse per tentare di aumentare la vostra ricchezza sono entrambe valide, non spetta di certo a noi giudicare la migliore. Come detto in precedenza siamo qui giusto per indicarvi le differenze filosofiche alla base dei due termini.

Quali sono quindi le principali differenze tra investitore e trader?

Possesso del titolo finanziario

Iniziamo immediatamente con il dire che gli investitori sono interessati principalmente ad acquisire la proprietà dello strumento finanziario dal quale sperano di ricavare profitto riponendo la massima fiducia nella crescita del valore del sottostante. Chi opera nel campo degli investimenti lo fa, quindi, con il fine principale di “comprare ad un valore basso per poi rivendere ad un valore più alto”. Quando un titolo azionario ad esempio, inizia a perdere valore fino a scendere sotto una ben definita soglia, l’investitore comincia a vedere buone opportunità di generare profitto acquistando tale titolo.

I traders, al contrario, non hanno molto interesse nell’acquisto e nel possesso di uno strumento finanziario. Le opportunità di guadagno di un traders sono, infatti, equivalenti sia in caso di acquisto che di vendita dello strumento. A differenza degli investitori, chi opera nel mondo del trading è più propenso a comprare ad un valore ‘alto’ con la speranza di essere in grado di vendere ad un valore ‘superiore’ o di  aprire una posizione contraria traendo proprio profitto dalla perdita del valore dello strumento finanziario.

Fattore tempo

Investire in genere implica il concetto di “buy and hold”. L’obiettivo di un investitore, come detto, è di acquisire uno strumento finanziario e possederlo per un periodo medio-lungo con l’unica speranza che lo strumento aumenti di valore.

Il trading non potrebbe essere più diverso. L’obiettivo principale del trader è quello di trarre profitto a prescindere dal verso in cui il mercato viaggia e soprattutto nel più breve lasso di tempo possibile.

Punto di ingresso

Gli investitori esperti tendono ad acquistare uno strumento finanziario solo a valle di una concreta analisi volta alla valutazione, ad esempio, di una data società con lo scopo di avere un quadro completo sulla situazione finanziaria, sulla reputazione, forza nel particolare settore industriale e potenziale dei propri prodotti.

I traders, tuttavia, tendono a negoziare posizioni con alta probabilità di successo utilizzando tecniche messe a punto attraverso una più o meno complessa analisi tecnica includendo molto spesso anche il sentimento di mercato nelle loro decisioni di trading.

I traders sono pronti a riconoscere le mutevoli tendenze del mercato, approfittando delle oscillazioni dei prezzi.

Punto di Uscita

La mentalità “buy and hold” degli investitori non si discosta molto dal “comprare e dimenticare “, non molti hanno un’idea chiara di quando uscire dal loro investimento nel momento in cui le cose iniziano a non andar bene. Molti degli investitori che acquistano azioni spesso si ritrovano ad avere tra le mani carta straccia, a veder azzerato il valore del titolo di cui sono detentori in quanto non hanno possibilità di settare strumenti a salvaguardia dei loro beni (ad es. stop-loss) o non sanno come e quando tagliare le perdite.

I trader nel complesso sono generalmente più consapevoli dei rischi associati e affrontano il proprio “lavoro/passatempo” mettendo in atto una corretta gestione del rischio. Purtroppo anche tra i traders esiste la categoria degli spericolati, delle persone che vogliono sentire la carica “adrenalinica” e che molto spesso si ritrovano a sottovalutare la potenze della “leva”.

Investitore o Trader, comunque sempre all’erta

Fate attenzione, sia che siate investitori o traders, cercate di “investire” i vostri risparmi in modo consapevole. Noi del team di Mr Banca non ci stancheremo mai di ripeterlo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*