Come richiedere il PIN Inps e a che cosa serve?

Ormai tutti noi siamo costretti a confrontarci che l’Inps per richiedere od erogare i più disparati servizi dalla gestione del rapporto di lavoro della collaboratrice domestica, alla richiesta di Assegni al nucleo famigliare o per comunicare i dati reddituali dei dipendenti. Per potere fare tutto ciò dobbiamo munirci delle credenziali per l’acceso: il famigerato PIN

Cos’è il PIN

Il PIN non è altro che l’acronimo di Personal Identification Number, ed altro non è che il codice che ci permette l’accesso a tutti i servizi INPS erogati attraverso il portale dell’istituto, a seconda del tipo anagrafica dell’utente registrata negli archivi. In questo modo, dopo essersi autenticato, l’utente può raggiungere il servizio richiesto e richiedere determinate prestazioni o consultare informazioni sul proprio stato.

 

PIN ordinario e PIN dispositivo

Per quanto riguarda la tipologia di PIN, l’Inps ha previsto due tipi:

Quello ordinario, attraverso il quale è possibile solo consultare i dati della propria posizione contributiva o della propria situazione pensionistica;

Quello dispositivo, che permette agli utenti di inviare richieste per prestazioni, servizi e benefici economici all’istituto direttamente dal computer di casa. La differenza tra i due pin si trova anche nella maggiore sicurezza richiesta per il rilascio del Pin dispositivo che si avvale di un ulteriore step per il suo ottenimento: ovvero l’invio telematico, via fax del documento di identità oppure recandosi in una sede Inps di persona.

E’ stata concessa facoltà al cittadino di poter richiedere prestazioni anche a coloro che hanno solo il PIN ordinario, per fermare un’eventuale decorrenza dei termini, sospendendo comunque la lavorazione della domanda fino a quando l’utente non avrà ottenuto il PIN dispositivo.

Come richiedere il PIN

Come riportato sul sito dell’INPS il PIN si può richiedere in 3 modi:

  • Telematicamente, attraverso il portale INPS.it
  • Tramite numero verde gratuito dell’istituto 803.164 (06.164.164 se si chiama con il cellulare, il costo è calcolato in base al piano tariffario del numero con cui si effettua la chiamata)
  • Recandosi di persona presso la sede INPS, muniti di un documento di identità valido, in questo caso il PIN che verrà rilasciato sarà direttamente dispositivo.

 

Scadenza e nuova generazione del PIN

Il PIN ha una durata di sei mesi, scaduti i sei mesi, al momento del nuovo accesso il sistema verificherà la scadenza del PIN e guiderà l’utente al rinnovo del PIN stesso.

Il PIN assegnato agli intermediari istituzionali (professionisti, associazioni di categoria, datori di lavoro, CAF etc etc) rispetto a quello dei cittadini, scade ogni tre mesi.

 

Altre credenziali per accedere ai servizi online INPS: SPID e CNS

Per accedere al sito INPS, si possono utilizzare oltre al PIN rilasciato dallo stesso Inps, la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) oppure le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Sia le credenziali SPID che CNS danno accesso a tutti i servizi come con il PIN dispositivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*