Christine Lagarde: è possibile prevedere le mosse del nuovo presidente della BCE?

Christine Lagarde

La francese Christine Lagarde è il nuovo presidente della Banca Centrale Europea, un ruolo determinante per l’economia di tutto il Vecchio Continente e, ovviamente, per quella italiana. E’ possibile prevedere quale sarà la nuova linea economica della BCE? Molti si stanno esercitando in tal senso in questi giorni, avendo come punto di riferimento e come principale modello di confronto quello del suo predecessore, Mario Draghi.

La scelta di Christine Lagarde alla guida della Banca Centrale Europea

Prima della nomina del nuovo Presidente della Banca Centrale Europea era abbastanza chiaro a tutti come non ci fosse un candidato nettamente favorito rispetto agli altri, per una serie di ragioni che andavano dall’età avanzata di alcuni di essi, alla nazionalità, ai contrasti geo-politici ed ai delicati equilibri legati anche alle altre nomine da effettuare nell’ambito delle istituzioni europee.

Alla fine la scelta è stata fatta su un candidato che ha 3 caratteristiche interessanti:

  • innanzitutto una donna, ed è un inedito per il ruolo di Presidente della Banca Centrale Europea, sicuramente una buona notizia per molti aspetti;
  • è una francese, e questo va in parte a contraddire l’opinione di molti, ovvero che dovesse prevalere una logica di alternanza tra gli Stati per un ruolo così delicato (nella breve storia della BCE post-nascita dell’Euro un altro francese è stato già Presidente, Trichet);
  • sembra essere meno “esperta” rispetto ai suoi predecessori per questo ruolo: non è mai stata al vertice di una banca centrale, ed ha una formazione legale, anche se per molto tempo è stata direttore generale del Fondo Monetario Internazionale.

Christine Lagarde e la successione a Mario Draghi al vertice della Banca Centrale Europea

Draghi e LagardeMa qual è l’eredità che lascia Mario Draghi a Christine Lagarde? Sarà in grado di tenere la rotta dell’economia europea con la stessa autorevolezza del suo predecessore?

Perché, come è evidente, il ruolo che ha avuto Draghi in questi anni per l’economia europea è stato di primissimo piano, ed è convinzione di molti che lo stile, l’efficacia delle sue decisioni e l’abilità nel sapersi districare tra gli scogli di una situazione in certi momenti a dir poco turbolenti siano stati caratteristiche proprie di Draghi durante tutto il periodo del suo mandato. L’eredità lasciata da Draghi come figura cardine dell’economia europea è pertanto sicuramente molto pesante.

Non bisogna poi trascurare l’altra parte del discorso, ovvero l’eredità sugli strumenti utilizzati in questi ultimi anni da Draghi per risollevare l’economia europea e dare impulso all’inflazione, spesso inferiore agli obiettivi. Si parte quindi da una situazione in cui i provvedimenti presi da parte della BCE sono abbondantemente nella direzione di un sostegno e di una politica economica espansiva.

Miglior sito per il trading online in CFD sull’andamento dell’euro

XM

BROKER CON
16 PIATTAFORME
PLURIPREMIATE

Voto: 8.7/10
INFORMATIRICHIEDI

Si può prevedere la politica economica di Christine Lagarde?

Christine LagardeQuesta è la domanda che molti si pongono: è possibile, sulla base della storia e del ruolo assunto in passato dal nuovo Presidente della Banca Centrale Europea, prevedere quali politiche potrà scegliere nei prossimi mesi?

Sicuramente la scelta di un francese viene vista come più accomodante per gli Stati in difficoltà rispetto a quella di un tedesco o di un nordeuropeo. Molti ricordano inoltre la posizione che la Lagarde aveva preso in occasione della crisi greca, quando si era sbilanciata a favore di un taglio del debito.

Segnali che possono orientare l’Italia verso un certo ottimismo, considerata anche l’importanza che le scelte della BCE hanno sulla nostra economia, condizionata com’è da un elevatissimo debito pubblico.

Le leve a disposizione di Christie Lagarde

A prescindere dalla volontà del nuovo presidente della BCE e dalle sue inclinazioni in termini di politica economica, il dibattito in questi giorni è anche sugli effettivi margini di manovra che la Banca Centrale Europea potrà avere nel prossimo futuro.

Con i tassi al minimo, iniettare nuova benzina per favorire l’economia europea e risollevare l’inflazione, ove necessario, potrebbe non essere così semplice. Ad oggi il Quantitative Easing è stato ridotto al solo riacquisto dei titoli in scadenza: potrà essere questa la direzione su cui poter intervenire?

Gli effetti per la nostra economia

L’Italia resta sicuramente alla finestra, osservatore tra i più interessati perché molto della nostra economia dipende dalle scelte della Banca Centrale Europea, come abbiamo visto.

Così come anche molti sottoscrittori di mutui dovrebbero essere interessati alle scelte che verranno effettuate da Christine Lagarde: molti tassi variabili sono indicizzati all’Euribor, il cui andamento è molto legato a quello dei tassi ufficiali della BCE. Al momento non ci sono indicazioni di possibili rialzi dei tassi, e questo non può che essere una buona notizia per chi ha già un mutuo a tasso variabile.

Leggi anche: Le previsioni sull’andamento dell’Euribor

Ecco una lista ragionata di buoni broker recensiti da Mr Banca, per il trading online in CFD sull’andamento dell’euro

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuta se comprendi a pieno il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
 BrokerVotoLeggiVai
Plus500Plus5009>>>>
XMXM8.7>>>>
Markets.comMarkets.com8.6>>>>
iTrader.comiTrader.com7.4>>>>
BDSwissBDSwiss7.3>>>>
LibertexLibertex7.3>>>>
FxOroFxOro6.5>>>>
AinvestmentsAinvestments6.5>>>>
Trade.comTrade.com6.5>>>>
IQ OptionIQ Option6.5>>>>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*