In questo articolo vogliamo raccontarvi del re supremo delle criptovalute, sua maestà il Bitcoin. Per farlo abbiamo scelto di utilizzare uno strumento molto innovativo: l’infografica.

L’infografica è la tecnica che consente di trasmettere una informazione concettuale e testuale in una modalità più grafica e visuale. Nell’era digitale dove tutto tende a fondersi allo scopo di creare nuove alchimie l’infografica nasce dalla coesione tra le arti grafiche, il giornalismo e l’informatica. Viene riconosciuto come uno degli strumenti più efficaci per dare all’interlocutore una panoramica del fenomeno che si vuole raccontare.

Investi in bitcoin con i broker online consigliati da Mr Banca:

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuta se comprendi a pieno il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
 BrokerVotoLeggiVai
Plus500Plus5009>>>>
XMXM8.7>>>>
Markets.comMarkets.com8.6>>>>
iTrader.comiTrader.com7.4>>>>
BDSwissBDSwiss7.3>>>>
LibertexLibertex7.3>>>>
FxOroFxOro6.5>>>>
AinvestmentsAinvestments6.5>>>>
Trade.comTrade.com6.5>>>>
IQ OptionIQ Option6.5>>>>

 

 

Storie degli ultimi 10 anni in un mondo con i bitcoin …

bitcoin infografica
L’infografica che racconta gli accadimenti del bitcoin dalle origini ad oggi

 

Il bitcoin in breve

Per l’Economist il Bitcoin rappresenta la grande rivoluzione dei prossimi anni.  Oggi tutti ne parlano, ma pochi sanno bene cosa è e come funziona. Le banche lo temono, gli analisti economici lo studiano ed alcuni esperti ne riconoscono l’utilità.  Stiamo parlando di Blockchain, la tecnologia alla base di Bitcoin, la rete peer-to-peer che consente di pagare beni e servizi senza fare uso di valuta a corso legale e senza ottenere l’autorizzazione di un ente centrale (governo, banche…). Nel mondo si stima siano quasi 15 milioni le persone che fanno scambi con bitcoin, che partito con un valore unitario di 0,0025 dollari (il primo acquisto noto, nel 2010, fu di un paio di pizze, dal valore di 25 dollari circa, con 10.000 bitcoin), oggi ad ottobre 2017 vale circa 4560,91 $ ovvero pari a 182 volte il primo acquisto in pizzeria!

Il “blockchain”, che sta alla base del Bitcoin, è un libro mastro decentralizzato e crittograficamente sicuro di transazioni. Più in generale, possiamo dire che è una tecnologia che permette di scambiare su internet non solo informazioni ma, per la prima volta, anche proprietà. Grazie ai Bitcoin potremo effettuare il pagamento o lo scambio di beni e servizi e remunerare qualsiasi altra forma di collaborazione tra uomini. La differenza con altri sistemi peer-to-peer, come ad esempio Bittorrent, utilizzato per scambiare file musicali o video in rete, è la scarsità: un bitcoin, a differenza di un file mp3, non è infinitamente riproducibile, non è duplicabile. Non ne potranno nemmeno essere creati di nuovi in quantità infinita: i bitcoin contenuti nel protocollo sono come l’oro in una miniera, che contiene solo una quantità predefinita di metallo, dopo di che si esaurisce.

Il valore di un Bitcoin è dato dalla sua utilità in qualità di “oro digitale” e dal fatto che esistano persone che si scambiano bitcoin. In tal senso anche se oggi il numero di utilizzatori di Bitcoin è minuscolo, e quindi le possibilità di utilizzo effettivo della tecnologia sono ancora solo embrionali, chi studia il sistema capisce di trovarsi davanti al futuro della finanza e del commercio e questa “aspettativa dorata” sta facendo letteralmente schizzare in aria il valore della criptovaluta.

Last but not least, il vero valore aggiunto del sistema Bitcoin è quello di poter portare la finanza e il commercio nell’era di Internet senza dover passare da terze parti fiduciarie o da enti centrali. Si tratta di una rivoluzione paragonabile a quella rappresentata da Internet stessa negli anni ’90.

 

 

Nel successivo grafico sono rappresentati i massimi valori mensili in dollari raggiunto dal bitcoin dalla nascita ad oggi.

Il valore del Bitcoin dall'origine ad oggi
Il valore max mese del bitcoin dalle origini ad oggi

L’ascesa è talmente elevata che il Bitcoin sta suscitando interesse addirittura tra le stesse banche, prime vittime delle valute digitali, che stanno studiando come poter entrare nel sistema e poterne trarre profitto.

I principali vantaggi e svantaggi del Bitcoin

 

I Bitcoin sono una moneta destinata ad avere una diffusione sempre più importante. Infatti, sempre più negozi di e-commerce e realtà commerciali accettano pagamenti con questa moneta virtuale, quindi la diffusione dei bitcoin trova un terreno fertile in un mercato sempre più vasto.

Non sono di proprietà di nessuna banca e questo dovrebbe garantire una certa “purezza” della moneta che dovrebbe essere al riparo da qualsiasi speculazione finanziaria ed economica.  I bitcoin non possono essere limitati da banche di alcun tipo.

Inoltre, il bitcoin non corre il rischio di inflazione. Infatti, poiché le quantità di moneta virtuale hanno un tetto fisso molto rigido, questo impedisce qualsiasi influenza dell’inflazione.

Non mancano, però, alcuni detrattori di questa moneta virtuale. Infatti, poiché il bitcoin non è legato ad un nominativo di persona fisica ma esclusivamente ad un bitcoin address, sono in tanti ad utilizzare questo sistema per il pagamento di attività e traffici illeciti, in quanto mai si potrà risalire all’identità del proprietario. Tanti, allora, temono che in mancanza di una legislatura chiara in materia, il bitcoin possa trasformarsi in un sottobosco di illegalità nel quale soprattutto i malintenzionati potranno avvantaggiarsi.

Altra chiave di lettura negativa è rappresentata dal fatto che la tecnologia blockchain attuale ha lo svantaggio di essere comparativamente inefficiente per effettuare transazioni di valore: rispetto a sistemi fiduciari e centralizzati, come VISA o PayPal, le transazioni Bitcoin sono meno scalabili (al momento non possono esserne gestite più di 7 al secondo), più lente (anche se le transazioni sono istantanee, le conferme da parte dei “miners” arrivano dopo decine di minuti), più costose (anche se oggi il costo della rete in gran parte non è pagato da chi fa transazioni, ma dall’inflazione implicita nel procedimento di “mining”).

Ma a fronte di questi svantaggi, il vantaggio è che, sempre al contrario di quello che molti pensano, si tratta di una tecnologia notevolmente più sicura. Pagamenti in PayPal o MasterCard, possono essere manipolati, respinti, modificati o bloccati, da un hacker che attacca i server della compagnia, un dipendente della compagnia stessa o da un ente governativo. Con Bitcoin tutto questo non può succedere.

Investi in bitcoin con i broker online consigliati da Mr Banca:

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuta se comprendi a pieno il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
 BrokerVotoLeggiVai
Plus500Plus5009>>>>
XMXM8.7>>>>
Markets.comMarkets.com8.6>>>>
iTrader.comiTrader.com7.4>>>>
BDSwissBDSwiss7.3>>>>
LibertexLibertex7.3>>>>
FxOroFxOro6.5>>>>
AinvestmentsAinvestments6.5>>>>
Trade.comTrade.com6.5>>>>
IQ OptionIQ Option6.5>>>>